Romantic Love. What is it?

IMG_8588

Romantic Love. What is it?

Like Cupid and Psyche, we are usually taken in by romantic love. We feel lightheaded and lost and would sacrifice anything to be with the object of our desire. Romantic love gives us hope. But just what is it?

Human are very complex creatures, having the longest childhood of any animal. When we fall in love, the romantic love is a way that nature has devised to get two people together who, during their individual development, have been emotionally wounded and are vulnerable in the same way. It is a way of helping us create that scene of our childhood in which the vulnerability occurred so that we can at long last get what we really needed back then. We are somehow numbed to the faults of the person with whom we establish a love relationship. To fulfil the nature purpose, everyone has the opportunity to heal the wounding experiences of our childhood through relationship and to provide us with what we need to finish our development, so we can grow.

Physiologically, romantic love is a chemical reaction. A chemical called phenylethylamine, or PEA, is released in the brain, causing feelings of elation, exhilaration, and euphoria. PEA is a natural amphetamine and works to rev up the brain. This amphetamine pools in the emotional centre of the brain and causes a natural high. Other chemicals, including vasopressin and oxytocin, join in to aid in attachment and sexual desire. One curious fact about PEA is that it is only found in the presence of the object of love. Also, the brain seems to be able to tolerate PEA for a maximum of 2 years. Romantic love is supposed to happen, and it is supposed to end.

When a couple meets and fall in love, they are experiencing a sense of safety, some report intense sexual activity, other report renewed interest in work and in being creative.

These are all aspects of what the old brain does when it is feeling “safe”.

The old brain is composed of two segments: the reptilian brain and the mammalian brain. The reptilian brain is where control of our body functions is located, the things we don’t think about, such as heart-beat, digestion and breathing. It is also where our survival mechanisms are located, which explains why, when danger strikes, we fight, flee, freeze or “play dead”, hide, or submit. The reptilian brain is also concerned with safety, in addition to these activities, humans work and are creative when they feel safe. The mammalian part of the old brain is where we store our feelings, our need for relationships, and our tendency to live in groups. The old brain function is unconscious and comes from that part of the brain that has instinct and memory but no speech. Animal and humans have these same two parts of the old brain, and they are similar in function. What separates us from other animals is the third layer of brain matter.

This third layer of brain matter is the cerebral cortex, sometimes known as the grey matter or “logical” brain. The cerebral cortex is five times larger than the old brain and completely surrounds it. Humans have evolved this part of the brain that contains speech, writing, reading, and all logical processes. It is what may be described as “consciousness”.

The unconscious aspect is of significance to a couple. When a couple meets and falling in love, they are experiencing a sense of safety. When the romantic love fades, and it always does, and things feel dangerous, the couple will either fight or flee. Some will stare through a partner (play dead) as a response to that partner’s complaints. Others will submit and others will try to hide by coming home late or by isolating themselves.

You see, when it is dangerous, the old brain will just do what it has been designed to do.

Another aspect of the old brain is that although it has no speech, it appears to be the place where traumas, deprivations, frustrations, and childhood memories are stored. Also because it has no sense of time (that’s in the logical brain), the old brain often cannot distinguish between frustrated in the present or being frustrated by someone from the past. This is where the intense reactions in relationships get their energy!

italy_640

Come Amore e Psiche, anche noi possiamo essere “colpiti” dell’amore romantico. Ci sentiamo stravolgere da un forte sentimento e ci sentiamo persi, saremmo anche in grado di sacrificare tutto per avere l’oggetto del nostro desiderio. L’amore romantico ci fa sognare. Ma nello specifico di che cosa si tratta?

Gli esseri umani sono creature molto complesse, con la più lunga infanzia di qualsiasi altro animale. L’amore romantico è il modo in cui la natura fa si che due persone si attraggano, nel corso del loro sviluppo individuale, avendo le stesse ferite emotive e  gli stessi punti di vulnerabilita’. Si tratta di ricreare la scena della nostra infanzia in cui eravamo vulnerabili e far si di riviverla in modo da poter finalmente compensare quello di cui avevamo veramente bisogno. Siamo in qualche modo attratti dai difetti della persona con la quale si stabilisce un rapporto di amore. Per conseguire gli scopi della natura, ognuno ha la possibilità di sanare le esperienze dolorose della nostra infanzia attraverso una relazione amorosa, in modo da fornire quello che serve per terminare il nostro sviluppo, in modo da poter crescere.

Fisiologicamente, l’amore romantico è una reazione chimica. Si chiama feniletilamina, (la sigla e’ PEA) e viene rilasciata nel cervello, provocando sentimenti di esaltazione, euforia e benessere. Questa anfetamina naturale lavora per mandare su di giri il cervello. Altri prodotti chimici, tra cui la vasopressina e l’ossitocina, si uniscono nella fase di attaccamento e desiderio sessuale. Un curioso fatto che riguarda questa anfetamina è che si trova solo in presenza dell’oggetto d’amore. Inoltre, il cervello sembra essere in grado di tollerarla per un massimo di 2 anni. L’amore romantico quando accade quindi ha anche una fine.

Quando una coppia si riconosce e si innamora, vive un senso di sicurezza, sperimenta un’intensa attività sessuale, puo’ far ritrovare interesse anche per il lavoro e spesso in questa fase si diventa piu’ creativi.

Tutti questi aspetti si mettono in moto quando questa parte del cervello coinvolta detto “Old Brain“, si sente al “sicuro“.

Il cervello ancestrale (old brain) è composto da due segmenti: la parte rettile e la parte limbica. Nella parte rettile si trova il controllo delle nostre funzioni corporee, cioe’ quelle che non pensiamo, che facciamo involontariamente, come ad esempio il battito cardiaco, la digestione o la respirazione. E’ anche il luogo dove si trovano i nostri meccanismi di sopravvivenza, il che spiega il motivo per cui, in caso di pericolo, reagiamo con la fuga, l’immobilizzazione, oppure nascondendoci. Il cervello rettile si occupa quindi anche della sicurezza, oltre alle funzioni di sopravvivenza. Nella parte limbica del vecchio cervello invece, conserviamo i nostri sentimenti, il nostro bisogno di relazioni, e la nostra tendenza a vivere in gruppo. Tutte queste funzioni del cervello sono incoscienti e provvengono quindi  da quella parte del cervello che ha l’istinto e la memoria, ma nessun discorso. Animali e esseri umani hanno le stesse due parti del vecchio cervello, e quindi sono simili per questa funzione. Ciò che ci separa dagli altri animali è il terzo strato di materia cerebrale.

Questo terzo strato di materia cerebrale è la corteccia cerebrale, noto anche come la materia grigia o cervello “logico”. Questa parte è cinque volte più grande del vecchio cervello e lo circonda completamente. Gli esseri umani hanno questa parte piu’ evoluta che contiene la parola, la scrittura, la lettura, e tutti i processi logici. E’ quella che può essere descritta come la nostra “coscienza”.

Ma torniamo all’aspetto inconscio che e’ quello che e’ molto importante per una coppia. Quando una coppia si forma e si innamora, sperimenta un senso di sicurezza. Quando l’amore romantico finisce, e lo fa sempre, se la coppia comincia a sentire un pericolo, iniziera’ a mettere in atto meccanismi di difesa, cominceranno i conflitti o mettera’ in atto la fuga. Alcuni reagiscono alle lamentele del partner con l’immobilizzazione. Altri con la sottomissione e altri cercheranno di nascondersi, stando poco in casa, tornando tardi o isolandosi.

Come potete constatare, quando ci si sente in pericolo, il vecchio cervello fa solo fare ciò per cui è stato progettato a fare.

Un altro aspetto importante del vecchio cervello, oltre ad essere il luogo in cui sono memorizzati i traumi, le privazioni, le frustrazioni e i ricordi d’infanzia, e’ che non ha il senso del tempo (che è nel cervello logico). Spesso non può distinguere tra le frustrazioni nel presente da quelle del passato. Questo è il motivo per cui le reazioni sono cosi intense quando vengono riportate nei conflitti nelle coppie,  e’ da li che traggono la loro energia!

Write a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Picture1

What our society says about feelings

Hide or worst don’t recognize emotions is unhealthy and dangerous Our culture divides our feelings into two kinds: …

IMG_5113-2

Masters of love

Science says lasting relationships come down to—you guessed it—kindness and generosity. Every year in Italy, about 200.000 …

IMG_3858

Feelings of love can kill libido

Low Libido in Loving Couples. Whereas one side of the love-lust dilemma is the inability to desire to one you love, the other …